AAB » News

News


L’Associazione Artisti Bresciani propone un corso di SHODO, introduzione alla calligrafia giapponese tenuto dalla Maestra Akiko Tamura.

Presentazione del corso con partecipazione libera e gratuita domenica 24 ottobre 2021 dalle 16.30 alle 17 all’AAB ( SI PREGA DI PRENOTARE)

 

Il corso, per un massimo di 8 iscritti,  si svolgerà dalle 19.00 alle 21.00 nelle giornate di lunedì: 25 ottobre, 15 novembre, 13 dicembre 2021. Proseguirà nel 2022, dopo le festività natalizie, con altri 5 incontri da gennaio a maggio, sempre nella giornata di lunedì dalle 19 alle 21in date da definirsi.

 

La  calligrafia giapponese, lo Shodo, ha una storia ricca e antica. Praticarla comporta la ripetizione di un gesto, quello del pennello intinto nell’inchiostro sulla carta, che fa della scrittura un’opera d’arte.

Imparerai, nello svolgimento del corso, la preparazione, i materiali e la tecnica necessari per realizzare una calligrafia limpida e pura.

Esercizio dopo esercizio potrai sperimentare come questa pratica può connettere il corpo, lo spirito e il gesto facendo guadagnare una tranquillità interiore.

Non è richiesta alcuna esperienza o conoscenza preventiva di calligrafie.

Alla prima lezione saranno illustrati i materiali necessari (carta di riso, barretta di inchiostro, pietra per l’inchiostro e pennelli) e verrà suggerito dove trovarli.

 

INFORMAZIONI E PREISCRIZIONI

Segreteria AAB vicolo delle stelle, 4 Brescia – tel 030 54222 dal martedì alla domenica ore 16 – 19.30 – mail: info@aab.bs.it

 

La maestra Akiko Tamura vive a Ghedi (BS). E’ nata a Nagoya in Giappone nella penisola affacciata sull’Oceano Pacifico, nella prefettura di Aichi.

Fin da bambina  pratica lo Shodo, 書道 (Via della scrittura), l’arte giapponese della calligrafia, in stretto rapporto con la madre Tamura Tosen (Sorgente della città), artista e maestra riconosciuta nel suo Paese. Da lei  ha appreso le basi di quest’arte.  A undici anni inizia a suonare il flauto, frequenta in seguito il conservatorio di Yokohama dove si diploma nel 1981. Con i flautisti di Nagoya partecipa a concerti ed eventi musicali in diverse città del Giappone.

Arrivata a Brescia, oltre trent’anni fa e dopo una importante mostra  delle calligrafie della madre  (Brescia 2000), si è riavvicinata allo Shodo, accogliendo l’arte della tradizione materna, come via per rinnovare il legame con le sue antenate e colmare il senso di mancanza della sua cultura d’origine.

Nel corso della sua ricerca  ha frequentato lo stesso gruppo di calligrafi di Nagoya, “GHEN GHEN “, a suo tempo promosso dalla madre e dallo zio Kubota Kanzan,  praticando  lo Shodo secondo lo stile del maestro Yasui Jusen e ottenendo, lei stessa,  il riconoscimento di maestra.

In Italia ha  promosso corsi di Shodo per adulti e bambini, anche nell’ambito di iniziative organizzate dall’Associazione italo giapponese FUJI-Kai con sede a Brescia.

Sulla Via dello Zen ha animato, nel corso degli anni, giornate dedicate all’esercizio dello Shodo come pratica che allena alla piena attenzione, alla fluidità del gesto e che, esercizio dopo esercizio, fa fare passi avanti nella conoscenza di sé.

Categoria: News


Per consentire a tutti i 45 soci partecipanti di esporre le loro opere, Ricognizione è suddivisa in tre sequenze.

Categoria: News


Torna – dopo un anno di sosta forzata – uno degli appuntamenti più tipici e più amati della vita di AAB: Ricognizione. È, a suo modo, il “Salon” dei nostri soci, l’occasione per fare il punto sulle tendenze, sulle linee espressive, sui nuovi approdi della ricerca su cui sono incamminati gli artisti che fanno riferimento all’AAB, vale a dire una fetta consistente e particolarmente significativa della produzione artistica contemporanea a Brescia e provincia.

 

Si tratta della 25esima edizione, e anche questo fatto indica la longevità e il successo di questa rassegna, come pure la sua importanza nella vita di un’associazione che nel turbinoso anno 2020 ha tagliato il traguardo dei 75 anni di attività.

 

La mostra collettiva riunisce quest’anno 45 artisti che presentano, nel complesso, 88 opere. Una partecipazione che ci conforta e che conferma quanto gli artisti, dopo un anno e mezzo di rallentamento e sospensione dell’attività espositiva a causa della pandemia, hanno voglia di tornare a incontrare il proprio pubblico e di farlo nello spazio storico rappresentato dalla “Sala del Romanino” dell’AAB.

 

L’alta adesione ci ha indotto – per dare adeguato spazio a tutti – a scandire anche stavolta l’esposizione in tre sequenze di due settimane l’una, all’interno delle quali gli artisti sono riuniti e organizzati in ordine alfabetico. La prima sequenza si aprirà il 18 settembre e il sipario scenderà definitivamente, sull’ultima sequenza, il 27 ottobre. Si tratta dunque dell’edizione autunnale di una manifestazione che normalmente si tiene in primavera: non volevamo però rinviare per un secondo anno un appuntamento così sentito, perciò abbiamo scelto questa collocazione atipica in attesa di tornare a proporre Ricognizione nel periodo dell’anno che più la caratterizza.

 

Anche quest’anno è prevista l’esposizione di alcune opere di un artista ospite. La scelta è doverosamente caduta sul compianto Nino Fortunato Vicari (che scelse un nome d’arte arioso e lieve: Refolo). Fu presidente dell’AAB nel lontano 1954 e la famiglia ha generosamente donato alla nostra Associazione alcune opere di Refolo che rappresentano una bellissima pagina di arte bresciana.

 

Manca quest’anno l’esposizione delle opere di un alunno dei corsi dell’AAB segnalato a turno da uno degli insegnanti. La doverosa sospensione dell’attività didattica, causata dalle vicende pandemiche, è stata per l’AAB una privazione dolorosa. Siamo fiduciosi che possa tornare presto ad animare la vita dell’Associazione e della cultura a Brescia.

 

Non possiamo dire che Ricognizione sia una ripartenza visto che, come i soci sanno, anche in tempi difficili l’Associazione Artisti Bresciani non è stata ferma: ha tenuto mostre, ha proposto incontri in streaming, ha lavorato per migliorare la propria sede espositiva, ha preparato cataloghi e nuovi eventi espositivi. È innegabile però che vedere riunite le opere di tanti nostri artisti, e con una qualità così elevata, è segno di un rinnovato slancio e indica quanta vitalità l’AAB sappia esprimere, quante forme d’arte sappia offrire a Brescia.

Categoria: News


FOTO: la stessa che c’è ora per questa mostra
La mostra continua, in collaborazione con l’Associazione “Ars Vivendi”. a Villa Fenaroli via Mazzini, 14 Rezzato (BS)

Categoria: News


AmbienteParco ha in concessione dal Comune di Brescia il Parco dell’Acqua, per diffondere consapevolezza sulla sostenibilità ambientale e mostrare come gli spazi naturali supportano il benessere (oltre a mitigare il cambiamento climatico).


Associazione Artisti Bresciani e Ambiente parco organizzano un pomeriggio di pittura all’aperto, per poter cogliere le sottili sfumature che la luce genera su ogni particolare, ma anche la vera essenza della natura dominante al Parco dell’Acqua, in pieno centro cittadino.

Con la propria creatività ogni artista saprà valorizzare le zone d’ombra che ci proteggono dall’arsura e il laghetto con tutte le sfumature così rasserenanti, le foglie di loto che sorreggono un uccello migratore e il ciclo naturale della vita che lo fa puntare ai pesci un po’ annoiati.

Il tema è libero: ogni artista  non avrà che l’imbarazzo della scelta per cogliere il migliore albero da immortalare nel quadro, un angolo suggestivo, fare il ritratto di un amico che si portato in compagnia…

La tecnica è libera. Ogni artista potrà portarsi una tela o un foglio anche già pre impostati a casa. E se non si riesce a finire il quadro, il disegno, l’acquerello, ecc. per le 18.30? Nessun problema l’artista potrà fermarsi anche oltre le 18.30 oppure terminare la sua opera a casa

Ambiente parco mette a disposizione gratuitamente Futur.Lab, uno spazio di supporto con acqua e bagno e sedie o tavoli se necessari.

 

PROGRAMMA dell’evento – sabato 19 giugno 2021

- ore 15 – 15.30 accoglienza, timbro della tela o del foglio; ogni artista sceglie il proprio posto dove sistemarsi

- tempo a disposizione per gli artisti per realizzare la propria opera

- ore 18.30 consegna a tutti del diploma di partecipazione; tre artiste/i saranno premiate/i con una targa personalizzata assegnata a giudizio insindacabile degli organizzatori (AAB – Acqua park).

 

Partecipazione gratuita con iscrizione obbligatoria entro martedì 15 giugno 2021 (presso AAB in vicolo delle stelle, 4 Brescia dal martedì alla domenica ore 16 – 19.30; oppure inviando l’allegato modulo con mail a: info@aab.bs.it).

Allegata locandina e modulo di iscrizione (da consegnare – entro il 15.6.21 - all’AAB in vicolo stelle, 4 Brescia dal martedì alla domenica ore 16 – 19.30; oppure spedire con mail a: info@aab.bs.it)

 

Modulo di Iscrizione – Pittura all’Aperto

Categoria: News


Una bella opportunità per sostenere l’AAB e ricevere cartelle di prestigiose stampe d’arte e disegni scelti di tre Maestri bresciani : Antonio Stagnoli, Giuseppe Gallizioli e Giusi Lazzari.

Le stampe sono state realizzate con le tecniche incisorie tradizionali e non, numerate e firmate dagli autori (vedere le immagini allegate).

Questi i lotti disponibili:

  • Cartella di 10 stampe d’arte, ciascuna con una offerta consigliata di 1.500€ per ogni cartella, oppure di 200€ per opere singole
  • Antonio Stagnoli
  • Giuseppe Gallizioli
  • Giusi Lazzari

 

  • Cartella di 10 stampe d’arte tecnica di Hayter a colori con una offerta consigliata di 1.500€, oppure di 200€ per opere singole
  • Giusi Lazzari

 

  • Cartella di 4 disegni con una offerta consigliata di 800€
  • 3 disegni di Giusi Lazzari e 1 disegno di Antonio Spagnoli

 

 

Le immagini delle opere:

image-1 image-2 image-3 image

 

Per prendere visione delle opere (su appuntamento presso AAB in vicolo delle stelle 4 Brescia) e per chiedere informazioni

Categoria: News


Abbiamo aggiornato il numero di conto corrente dell’Associazione Artisti Bresciani.

Di seguito tutte le informazioni:

BPER banca agenzia di corso Martiri Libertà – Brescia
IBAN: IT 05 E 05387 11238 0000 42716500

Categoria: News


Due nuovi appuntamenti online per vivere l’arte anche a distanza.

 

Giovedì 4 febbraio – ore 18: La chiesa di San Giuseppe tra devozione, arte e committenza 

Relatore: Massimo De Paoli – Università degli Studi di Brescia

Introduce: Dino Santina – segretario AAB – Associazione Artisti Bresciani

L’imponente monumento nel cuore della città, nascosto e sconosciuto ai Bresciani, conserva insospettabili testimonianze di arte e fede segno evidente dell’operosa preghiera di uomini e donne delle intraprendenti corporazioni bresciane, che con dedizione e lavoro hanno fatto grande nel tempo la città e col loro ingegno ne hanno abbellito il volto. Ne fa rivivere il ricordo, inserito nel profilo della suggestiva architettura, con fine analisi e sapiente acribia lo studioso appassionato di bellezza.

L’incontro si terrà sulla piattaforma ZOOM.

Per partecipare basta inviare una mail a: info@aab.bs.it. Si riceverà una mail con il link sul quale cliccare per partecipare alla conferenza

 

————————————————–

Venerdì 12 febbraio – ore 18: Pregare nella tradizione iconografica bresciana

Relatore: Sandro Guerrini  – architetto storico dell’arte

Introduce: Massimo Tedeschi – presidente dell’AAB – Associazione Artisti Bresciani

L’invito della nonna al bambino “Manda un bacio a Gesù!” è una forma semplice e genuina di insegnare a pregare, facendolo tramite l’immagine. Nei secoli l’iconografia della preghiera ha di fatto consentito di esercitarla nella forma più partecipe e convinta. Oltre ai canoni interpretativi dell’arte le straordinarie opere che celebrano il gesto di pregare vanno dunque accostate come testimonianza di vita vissuta, ricolme di fiduciosa attesa e assai spesso di riconoscente gratitudine.

Per partecipare piattaforma ZOOM

L’incontro si terrà sulla piattaforma ZOOM.

Per partecipare basta inviare una mail a: info@aab.bs.it. Si riceverà una mail con il link sul quale cliccare per partecipare alla conferenza

Categoria: News


Curato da Ida Gianfranceschi e da Giuseppina Ragusini il libro di Vasco Frati “Percorsi di un intellettuale a Brescia” edito nell’ottobre 2020 da laQuadra, raccoglie “alcune testimonianze del suo lungo impegno culturale, politico e sociale; è quindi un omaggio alla storia di Vasco Frati e insieme un’utile analisi intellettuale sulla cultura” di Brescia.
Frati è stato per molti anni assessore alla cultura del Comune di Brescia, ha promosso il progetto del “Museo della città” nel complesso di Santa Giulia.
Ha fatto parte della Deputazione del Teatro Grande, è stato presidente della Associazione filarmonica “Isidoro Capitanio” banda cittadina di Brescia con la quale ha fondato la rivista bimestrale di informazione culturale e musicale “Brescia Musica”.
Dal 1993 al 2013 è stato presidente della Associazione Artisti Bresciani – AAB di cui continua ad essere presidente onorario.
“Vasco ha militato in quella schiera di pensatori laici che – scrive Tino Bino – fra gli anni Cinquanta e gli anni Novanta del secolo scorso hanno contribuito a fare di Brescia una città colta”.
Nel libro, “il materiale è stato suddiviso – scrivono nella introduzione Gianfranceschi e Ragusini – in tre ampie sezioni: due sono dedicate a studi di carattere storiografico (dal Medioevo al Rinascimento Tra Sei e Ottocento), mentre la terza parte (Un progetto di politica culturale. Proposte e polemiche) raccoglie gli interventi e gli articoli di politica culturale, scelti fra i molti disponibili, che meglio potessero rispecchiare il pensiero di un amministratore pubblico democratico negli anni Settanta – Ottanta, anni ricchi per l’elaborazione di idee e programmi e densi di aspettative.

Categoria: News


Ciclo di Incontri: “I Maestri dell’Architettura Italiana del XX e XXI Secolo”

Dopo le iniziative precedenti, dedicate alle archistar del XXI secolo (2018) e ai più importanti rappresentanti internazionali del Movimento Moderno (2019), nel 2020 presentiamo la produzione architettonica italiana, prendendo in esame l’opera di alcuni tra i più significativi rappresentanti del panorama nazionale tra XX e XXI secolo.

Giuseppe Terragni (1904-1943), architetto morto a soli 39 anni ma che ha lasciato alcuni edifici di fondamentale importanza per la storia dell’architettura della prima metà del secolo.

Giovanni Michelucci (1891-1990) che è vissuto quasi cent’anni e ha potuto attraversare il Novecento, facendosi portavoce delle diverse tendenze del secolo.

Luigi Moretti (1907-1973), figura ancora poco nota ma la cui architettura presenta una qualità eccezionale.

Francesco Venezia (1944-), uno degli architetti viventi più raffinati e colti, il “moderno antimoderno

 

Le date degli incontri

  • 18.11.2020   GIUSEPPE TERRAGNI – relatore Alessandro Brodini, Università di Firenze
  • 25.11.2020   GIOVANNI MICHELUCCI – relatore Alessandro Brodini, Università di Firenze
  • 2.12.2020     LUIGI MORETTI – relatore Alessandro Brodini, Università di Firenze
  • 9.12.2020   FRANCESCO VENEZIA -  relatrice Eleonora Caggiati, Università di Firenze

Il DPCM del 18 Ottobre 2020 sospende tutte le attività quali convegni, seminari e simili, pertanto il ciclo di incontri si svolgerà ONLINE, nei medesimi orari e date.

Per partecipare agli incontri online basta mandare una mail a info@aab.bs.it specificando se si è interessati a tutte o solo ad alcune delle conferenze.

L’AAB invierà una mail con il link cliccando sul quale alle ore 18 di ciascuna data della conferenza si potrà assistere alla relazione dal proprio computer e, soprattutto, vedere le immagini proiettate

 

—> Cliccare qui sotto per partecipare alla Conferenza di MERCOLEDI 18 NOVEMBRE <—

Partecipa alla Conferenza

Categoria: News