AAB » La scuola

La scuola


Raccontar con Arte: quattro conferenze – concerto ideate da Maurizio Lovisetti e la voce narrante di Daniele Squassina

 

AAB – Associazione Artisti Bresciani e Fondazione Civiltà Bresciana organizzano un ciclo di quattro conferenze-concerto ideate e scritte da Maurizio Lovisetti che vedranno in scena l’attore Daniele Squassina come voce narrante e lo stesso Maurizio Lovisetti per il commento musicale alla chitarra e al banjo.

Il ciclo di incontri si intitola “Raccontar con arte”

Al centro di questa forma scenica, che sta incontrando grande successo presso il pubblico non solo bresciano, saranno figure storiche, tradizioni culturali e vicende musicali che verranno illustrate unendo suoni, parole e immagini.

Le conferenze sono tutte a ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili.

La prima e l’ultima, con inizio alle 17.30, si svolgeranno presso la Fondazione Civiltà Bresciana, in vicolo San Giuseppe 7; le due centrali alle ore 18 presso la sede dell’AAB, in vicolo delle Stele 4.

 

 

GIOVEDI’ 28 MARZO 2019 ORE 17.30 presso Fondazione Civiltà Bresciana in vicolo San Giuseppe, 5

Immagini e suoni d’America, un incontro fra la tradizione d’Europa e d’Africa

Si inizia giovedì 28 marzo alle ore 17.30 alla Fondazione Civiltà Bresciana, vicolo San Giuseppe 7 con “IMMAGINI E SUONI D’AMERICA. Un incontro fra la tradizione d’Europa e d’Africa”

Nella prima metà dell’800 il territorio degli Stati Uniti d’America era ancora in gran parte selvaggio. I dipinti dell’epoca – in particolare quelli della Hudson River School _ raffiguravano paesaggi maestosi in cui la figura umana appariva sovrastata dalle forze naturali. In questa epoca prende forma un’originale forma musicale. I brani e gli strumenti che risuonano nel Nuovo Continente sono quelli che gli emigranti, provenienti per lo più dalle isole britanniche, hanno portato con se’. Dalla lontana Africa giunge un nuovo strumento, il banjo, che verrà ampiamente usato dai coloni per eseguire il loro repertorio di matrice europea, dando vita a nuove forme musicali della giovane nazione americana.

 

VENERDI’ 5 APRILE 2019 ORE 18 presso AAB in vicolo delle stelle, 4

Paola Gambara Costa, uno sguardo sulla Brescia rinascimentale

Il secondo appuntamento sarà venerdì 5 aprile alle ore ore 18 nella sede dell’AAB, vicolo delle Stelle 4, Brescia. In scena “PAOLA GAMBARA COSTA. Uno sguardo sulla Brescia rinascimentale”.

La conferenza-concerto è focalizzata sulla vita travagliata della beata Paola Gambara Costa nata nel 1473 a Verolanuova (che allora si chiamava Verola Alghisi) e morta precocemente nel 1515 a Bene Vagienna (nei pressi di Cuneo). Quella di Paola Gambara fu una figura singolare, tragica. Fin da piccola aspirava alla vita monastica ma fu costretta dai genitori a sposare – poco più che bambina – uno sconosciuto nobiluomo del lontano Piemonte. Questi la sottopose a umiliazioni e cercò sempre di contrastare la sua opera di carità. La narrazione, basata sugli scritti di Jacopo Berardenco da Valoria e di Roberto Bollano – è intervallata da brani del liutista lenese Vincenzo Capirola e da sonetti della poetessa Veronica Gambara, cugina di Paola. Sullo schermo vengono proiettati quadri antichi, in particolare dei bresciani Savoldo, Romanino e Moretto – coevi di Paola e Veronica – per ricreare l’affascinante atmosfera della Brescia rinascimentale.

 

VENERDI’ 12 APRILE 2019 ORE 18 presso AAB in vicolo delle stelle, 4

Vita di Paolo Colorni, tratto da “Il prestigiatore di Dio” di Ariel Toaff

Il terzo appuntamento sarà venerdì 12 aprile alle ore 18 nella sede dell’AAB,  vicolo delle Stelle 4, e avrà per titolo “VITA DI ABRAMO COLORNI.  Tratto da “Il prestigiatore di Dio” di Ariel Toaff”

Alchimista, ingegnere, illusionista, creatore di cifrari segreti, antiquario, archeologo ed escapologo, l’ebreo mantovano Abramo Colorni (1544-1599) fu conteso per i suoi talenti dai Gonzaga, dagli Este e persino dall’imperatore Rodolfo II d’Asburgo che lo volle alla sua corte, nella Praga magica di fine ‘500. La presenza di Colorni divenne sempre più ambita dopo che si seppe che egli sapeva produrre in grande quantità, grazie a una formula segreta, il salnitro, componente essenziale quanto preziosa della polvere da sparo. Un segreto pericoloso tanto che Colorni morì prematuramente in modo misterioso; subito dopo fu imprigionato e sparì anche il figlio Simone che aveva incautamente annunciato di avere trovato, fra le carte paterne, la ricetta del salnitro. Una storia di intrighi, colpi di scena, soprusi ma anche di conoscenze scientifiche e tecniche, artistiche e alchemiche. Una vicenda che tocca anche i delicati rapporti fra l’uomo d’ingegno e il potere e che mostra come gli ebrei di talento – malgrado le persecuzioni – seppero contribuire allo sviluppo economico e culturale dell’Europa.

 

GIOVEDI’ 18 APRILE 2019 ORE 17.30 presso Fondazione Civiltà Bresciana in vicolo San Giuseppe, 5

Il formaggio con le pere, storia di un proverbio

Il quarto e ultimo appuntamento sarà giovedì 18 aprile alle ore 17.30 nella sede della Fondazione Civiltà Bresciana, vicolo San Giuseppe 7, con “IL FORMAGGIO CON LE PERE. Storia di un proverbio”.

La conferenza-concerto prende spunto dal celebre proverbio “Al contadino non far sapere quanto è buono il formaggio con le pere”. Quando, come e perché è nato questo proverbio e qual è il suo significato profondo? La risposta è stata offerta da un libro di Massimo Montanari “Il formaggio con le pere. Storia di un proverbio” (Laterza). Investigando fra ricettari antichi, trattati di agricoltura e di dietetica, opere letterarie e raccolte proverbiali, emergono aspetti dei due cibi (le pere e il formaggio) davvero inattesi, non solo di natura alimentare, ma anche economica, ideologica e sociale. Anche dietro un semplice proverbio può celarsi una storia complessa. Ne sortisce un viaggio nel tempo che apre una finestra su scenari storici di grande fascino.

 

Il ciclo “Raccontar con arte” ha il patrocinio del Comune di Brescia e della Provincia di Brescia

Categoria: La scuola


L’AAB tradizionalmente, fin dai tempi della sua fondazione, gestisce una prestigiosa scuola molto apprezzata e frequentata per la sua serietà, in cui hanno insegnato, e insegnano, autorevoli rappresentanti dell’arte bresciana e si sono formate numerose generazioni di artisti locali. L’attività didattica della stagione 2018/2019 riconferma, per il successo ottenuto negli anni precedenti, i corsi serali di pittura e figura e di storia dell’arte e i corsi pomeridiani di acquerello e di scultura.

 

PITTURA E GRAFICA

 Docente: professor ENRICO SCHINETTI

Frequenza: martedì e giovedì dalle 20 alle 22

Inizio: martedì 2 ottobre 2018

Termine: giovedì 30 maggio 2019

Quota di iscrizione: € 470 (I rata € 260, II rata € 210); € 450 se in un’unica rata; € 260 per la seconda rata soltanto

Programma

-          Disegno: osservazione delle forme, analisi dell’oggetto, chiaroscuro, composizione, copia dal vero con modelli;

-          Esercizi di cromatologia: studio del colore, studio dei materiali, analisi dell’oggetto;

-          I anno: composizioni di natura morta / II anno: paesaggio / III anno: figura dipinta e ritratto.

 

ORNATO, FIGURA E PITTURA

 

 Docente: professor ENRICO SCHINETTI

Frequenza: mercoledì dalle 20 alle 22

Inizio: mercoledì 3 ottobre 2018

Termine: mercoledì 29 maggio 2019

Quota di iscrizione: € 390 (I rata € 230, II rata € 160); € 370 se in un’unica rata; € 210 per la seconda rata soltanto

Programma

-          Basi e teoria del disegno;

-          Studio di forme decorative, nature morte e soggetti vari con uso di tecniche diverse (carboncino, matita, acquerello, colore);

-          Studio della figura umana con copia dal vero con modelli.

 

 PITTURA AD ACQUERELLO

 Docente: professor GIUSEPPE GALLIZIOLI

Frequenza: mercoledì dalle 16 alle 18

Durata: 20 lezioni, per un totale di 40 ore, con una sospensione nel periodo natalizio (6 dicembre 2018 – 8 gennaio 2019)

Inizio: mercoledì 7 novembre 2018

Termine: mercoledì 17 aprile 2019

Quota di iscrizione: € 220

Programma

-          1a fase: stesura del colore a larghe campiture e sperimentazione dei diversi modi di stesura;

-          2a fase: l’acquerello come tecnica pittorica, con rappresentazione di oggetti vari o atmosfere paesaggistiche (ad esempio, i romantici tedeschi,                      gli  inglesi di fine Ottocento, gli impressionisti francesi);

-          3a fase: l’acquerello come libera espressione poetica (ad esempio, Klee e Kandinskij);

-          4a fase: tecniche miste.

 

SCULTURA

Docente: professor PIETRO MACCIONI

Frequenza: martedì dalle 17,30 alle 19,30

Durata: 26 lezioni, suddivise in due moduli:

I modulo: 13 lezioni dal 2 ottobre 2018 al 15 gennaio 2019, con una sospensione nel periodo natalizio (12 dicembre 2018 – 7 gennaio 2019)

II modulo: 13 lezioni dal 5 febbraio al 30 aprile 2019

Inizio: martedì 2 ottobre 2018

Termine: martedì 30 aprile 2019

Quota di iscrizione: € 350 (I modulo € 175, II modulo € 175); € 330 se in un’unica rata.

 Programma

Il corso è aperto a tutti, anche ai principianti. L’obiettivo è conoscere e sperimentare il modellato e la scultura della figura umana. Tema del corso: “Dalla figura realistica alla figura simbolica”.

-          I modulo: le lezioni affrontano il tema del corso partendo dalle tecniche per progettare e costruire una figura umana dal vero con l’argilla: la                     costruzione del telaio, la postura, l’anatomia, le proporzioni, i modi di svuotare ed essiccare la terra per fare la terracotta;

-          II modulo: le lezioni affrontano il tema del corso, introducendo le tecniche di lavorazione del gesso e dello stucco, partendo dal telaio sino al                    lavoro finito con le patine e i colori della scultura.

 

Le lezioni si servono di modelli dal vero e di immagini tratte dalla storia dell’arte, con particolare riferimento ai protagonisti della scultura.

 

 

STORIA DELL’ARTE

Docente: Professoressa IDA GIANFRANCESCHI

Frequenza: giovedì dalle 20,30 alle 22

Durata: 12 lezioni, per un totale di 18 ore, con una sospensione nel periodo natalizio (21 dicembre 2018 – 9 gennaio 2019)

Inizio: giovedì 8 novembre 2018

Termine: giovedì 12 febbraio 2019

Quota di iscrizione: € 120

Programma

-     Museologia 2

Introdurrà il corso la presentazione di una struttura museografica di fondamentale importanza ma non ampiamente nota, la Pinacoteca Ambrosiana di Milano, eccezionale forma di collezione organizzata da un privato ma immediatamente aperta al pubblico, voluta nel 1618 dal cardinale Federico Borromeo. Della Pinacoteca il cardinale stesso redasse un breve catalogo nel quale leggiamo l’intrecciarsi di un pacato rapporto fra il libero e profondo interesse per l’arte del colto collezionista e il dettato preciso e restrittivo della Controriforma.

Il tema degli incontri si sposterà quindi agli avvenimenti del secolo XVIII trattando lo sviluppo dei Musei Vaticani in età illuministico-neoclassica e assumendo poi come perno delle conversazioni la complessa e controversa politica culturale della Convenzione rivoluzionaria (1792-1795) e del Direttorio (1795-1799), sulla quale si innestano le guerre di conquista napoleoniche, le ragioni diverse che inducono al trasferimento a Parigi di un numero altissimo di opere d’arte di pregio dei territori occupati. Si giungerà così ad esaminare la costituzione del Louvre e alla diffusione del suo modello alle Pinacoteche nazionali italiane.

Fra Sette e Ottocento musei di alto valore culturale si formano anche in Inghilterra e negli stati tedeschi. L’Ottocento inoltre sarà rappresentato emblematicamente dalla fondazione del Victoria & Albert Museum.

L’Ottocento è anche il secolo in cui nascono e prendono forma i Musei Civici di Brescia, che saranno studiati nel loro sviluppo e nel loro rapporto con la cultura locale e con la società civile.

Le lezioni saranno accompagnate dalla distribuzione di materiale di approfondimento e dalla proiezione di immagini, utili complementi e supporti agli argomenti trattati.

 

Anche quest’anno è prevista la riduzione del 50% delle quote di iscrizione per i giovani fino a 26 anni.

Per le pre-iscrizioni, le iscrizioni e le informazioni sui costi dei corsi è possibile rivolgersi alla segreteria dell’AAB dal martedì alla domenica, dalle 16.00 alle 19.30 (tel. 03045222), oppure collegarsi al sito Internet dell’Associazione (www.aab.bs.it) o spedire una mail all’indirizzo info@aab.bs.it.

modulo-iscrizione-scuola-darte-2018-2019

 

Categoria: La scuola


I CORSI D’ARTE DELL’ AAB

L’AAB tradizionalmente, fin dai tempi della sua fondazione, gestisce una prestigiosa scuola molto apprezzata e frequentata per la sua serietà, in cui hanno insegnato, e insegnano, autorevoli rappresentanti dell’arte bresciana e si sono formate numerose generazioni di artisti locali.

 Nei prossimi mesi verrà pubblicato il calendario dell’attività didattica della stagione 2018/2019

img_4308img_4284img_4282

img_4275img_5745img_5748img_5744img_5747img_5746lascuola5ok

Categoria: La scuola


A gennaio riprende il corso di storia dell’arte “Dal Mouseion al Museo” a cura della professoressa Ida Gianfranceschi. Il corso avrà inizio l’11 gennaio 2018 e durerà fino al 5 aprile 2018, saranno 12 lezioni, per un totale di 18 ore che si svolgeranno il giovedì dalle 20,30 alle 22.

L’attività didattica della stagione 2017/2018 riconferma, per il successo ottenuto negli anni precedenti, i corsi serali di pittura e figura e di storia dell’arte e i corsi pomeridiani di acquerello e di scultura; ad essi si aggiungono due nuovi corsi di cultura figurativa, uno dedicato alle tecniche pittoriche dal titolo Lo sguardo sapiente, l’altro alla storia del fumetto. Anche quest’anno è prevista la riduzione del 50% delle quote di iscrizione per i giovani fino a 26 anni.

Per le pre-iscrizioni, le iscrizioni e le informazioni sui costi dei corsi è possibile rivolgersi alla segreteria dell’AAB dal martedì alla domenica, dalle 16.00 alle 19.30 (tel. 03045222), oppure collegarsi al sito Internet dell’Associazione (www.aab.bs.it) o spedire una mail all’indirizzo info@aab.bs.it.

 

PITTURA E GRAFICA

Docente: professor ENRICO SCHINETTI

Frequenza: martedì e giovedì dalle 20 alle 22

Inizio: martedì 3 ottobre 2017

Termine: giovedì 31 maggio 2018

Quota di iscrizione: € 470 (I rata € 260, II rata € 210); € 450 se in un’unica rata; € 260 per la seconda rata soltanto

Programma

-          Disegno: osservazione delle forme, analisi dell’oggetto, chiaroscuro, composizione, copia dal vero con modelli;

-          esercizi di cromatologia: studio del colore, studio dei materiali, analisi dell’oggetto;

-          I anno: composizioni di natura morta / II anno: paesaggio / III anno: figura dipinta e ritratto.

 

ORNATO, FIGURA E PITTURA

Docente: professor ENRICO SCHINETTI

Frequenza: mercoledì dalle 20 alle 22

Inizio: mercoledì 4 ottobre 2017

Termine: mercoledì 30 maggio 2018

Quota di iscrizione: € 390 (I rata € 230, II rata € 160); € 370 se in un’unica rata; € 210 per la seconda rata soltanto

Programma

-          Basi e teoria del disegno;

-          studio di forme decorative, nature morte e soggetti vari con uso di tecniche diverse (carboncino, matita, acquerello, colore);

-          studio della figura umana con copia dal vero con modelli.

 

PITTURA AD ACQUERELLO E PASTELLO

Docente: professor GIUSEPPE GALLIZIOLI

Frequenza: mercoledì dalle 16 alle 18

Durata: 20 lezioni, per un totale di 40 ore, con una sospensione nel periodo natalizio (7 dicembre 2017 – 9 gennaio 2018)

Inizio: mercoledì 8 novembre 2017

Termine: mercoledì 18 aprile 2018

Quota di iscrizione: € 220

Programma

-          1a fase: stesura del colore a larghe campiture e sperimentazione dei diversi modi di stesura;

-          2a fase: l’acquerello come tecnica pittorica, con rappresentazione di oggetti vari o atmosfere paesaggistiche (ad esempio, i romantici tedeschi, gli inglesi di fine Ottocento, gli impressionisti francesi);

-          3a fase: l’acquerello come libera espressione poetica (ad esempio, Klee e Kandinskij);

-          4a fase: tecniche miste.

 

SCULTURA

 

Docente: professor PIETRO MACCIONI

Frequenza: martedì dalle 17,30 alle 19,30

Durata: 26 lezioni, suddivise in due moduli:

I modulo: 13 lezioni dal 3 ottobre 2017 al 16 gennaio 2018, con una sospensione nel periodo natalizio (13 dicembre 2017 – 8 gennaio 2018)

II modulo: 13 lezioni dal 6 febbraio all’8 maggio 2018

Inizio: martedì 3 ottobre 2017

Termine: martedì 8 maggio 2018

Quota di iscrizione: € 350 (I modulo € 175, II modulo € 175); € 330 se in un’unica rata

Programma

Il corso è aperto a tutti, anche ai principianti. L’obiettivo è conoscere e sperimentare il modellato e la scultura della figura umana. Tema del corso: “Dalla figura realistica alla figura simbolica”.

-          I modulo: le lezioni affrontano il tema del corso partendo dalle tecniche per progettare e costruire una figura umana dal vero con l’argilla: la costruzione del telaio, la postura, l’anatomia, le proporzioni, i modi di svuotare ed essiccare la terra per fare la terracotta;

-          II modulo: le lezioni affrontano il tema del corso attraverso l’uso delle patine e dei colori della scultura.

Le lezioni si servono di modelli dal vero e di immagini tratte dalla storia dell’arte, con particolare riferimento ai protagonisti della scultura.

 

STORIA DELL’ARTE: DAL MOUSEION AL MUSEO

Docente: professoressa IDA GIANFRANCESCHI

Frequenza: giovedì dalle 20,30 alle 22

Durata: 12 lezioni, per un totale di 18 ore

Inizio: giovedì 11 gennaio 2018

Termine: giovedì 5 aprile 2018

Quota di iscrizione: € 120

Programma

-          Dopo il ciclo di lezioni che nel corso di dieci anni ha trattato la storia dell’arte europea dalla Grecia arcaica alle avanguardie del primo Novecento, l’AAB avvierà nel 2018 un ciclo dedicato alla storia della formazione e dello sviluppo dell’istituzione-museo, e con esso del collezionismo pubblico e privato, delle grandi esposizioni pubbliche, della committenza, delle leggi e dei provvedimenti per la tutela dei beni artistici e culturali; in sintesi, la storia della produzione e dell’organizzazione culturale dal mondo greco-romano ai nostri tempi;

-          per ogni incontro sono previste la proiezione di numerose immagini e la distribuzione di materiali informativi di approfondimento e schede complementari agli argomenti considerati.

 

modulo-iscrizione-scuola-darte-20172018

 

 

Categoria: La scuola


 L’AAB tradizionalmente, fin dai tempi della sua fondazione, gestisce una prestigiosa scuola molto apprezzata e frequentata per la sua serietà, in cui hanno insegnato, e insegnano, autorevoli rappresentanti dell’arte bresciana e si sono formate numerose generazioni di artisti locali.

Nei prossimi mesi verrà pubblicato il calendario dell’attività didattica della stagione 2018/2019.

 

lascuola1oklascuola3okimg_5745img_5748img_5744img_4284img_4282img_4286img_5746img_5747

Categoria: La scuola