AAB » Incontri all’AAB

Incontri all’AAB


Fausto Lorenzi presenta all’AAB il libro a quattro mani di Attilio Forgioli e Lionella Parolari

PAESAGGI CHE SI PENSANO IN NOI di Attilio Forgioli e Lionella Parolari

Il mondo concentrato in un mucchietto residuo di colori e il mondo frantumato e riannodato in una mappa di graffiti, sagome e frammenti iconici. È il taccuino a quattro mani di due artisti, in una singolare partitura a contrappunto di note di ardore smorzato, quasi reticente, di Attilio Forgioli, in contrasto con il crescendo dai bassi in bianconero agli squilli esuberanti di Lionella Parolari. Il mondo si offre alla percezione del fanciullo come una immensa dilatazione del suo corpo, come se lo potesse abbracciare; all’adulto invece come misurazione della distanza incolmabile. Lei, Parolari, sembra inseguire la sorpresa innocente, rivelatrice, che è dell’infanzia e dei suoi giochi, attraverso una ideografia che le permetta di rinominare visivamente tutto l’universo come se riverberasse da lei; lui, Forgioli, sta sul limitare della rapina del tempo, nel continuo andirivieni tra l’essere e il non essere: guarda il paesaggio e scava nella memoria, sotto l’assedio del nulla, dove quel che resta delle cose, in struggenti epifanie, viene a coincidere con quel che resta del giorno, da vivere. Ma entrambi, da opposti versanti, da diverse storie, sensibilità e culture, sanno che i luoghi che sondano appartengono interamente al fare del disegno e della pittura, al suo crescere in equilibrio tra le forme della mente, del sentire, e quelle della realtà.

(dalla introduzione di Fausto Lorenzi)

Categoria: Incontri all'AAB


Giovedì 21 novembre ore 18 all’AAB viene presentato  il libro alla presenza dell’autore che dialoga con Antonio Foglio

Si intitola “La maledizione del numero 55” ed è edito da La nave di Teseo – la casa editrice fondata e diretta da Elisabetta Sgarbi – il nuovo romanzo di Massimo Tedeschi, giornalista bresciano, già inviato di Bresciaoggi e caporedattore del Corriere della Sera, oggi editorialista del dorso bresciano del quotidiano diretto da Luciano Fontana.

Protagonista è ancora una volta il commissario Italo Sartori, il personaggio creato da Tedeschi che indaga su delitti e misteri del lago di Garda negli anni Trenta del Novecento. La nuova inchiesta del commissario di Salò ruota attorno all’edizione della Mille Miglia del 1938 e alla profezia di sventure pronunciata da una veggente sulle sorti di un equipaggio francese. Incidenti inspiegabili, intrighi e morti cruente formano il groviglio su cui il commissario Sartori deve far luce mentre il suo cuore è angustiato dalle distanze che proprio la Mille Miglia sta scavando fra lui e l’amante, l’avvenente vedova Anna Arquati.

Fra bolidi e corse, alcove e grandi alberghi, folle eccitate dalla velocità e sedute spiritiche si dipana la nuova inchiesta, con ripetuti colpi di scena e un finale a sorpresa.

 

La frase (collocata dall’editore sul risvolto di copertina). “Massimo Tedeschi costruisce un’indagine perfetta per un investigatore fuori dagli schemi, un personaggio indimenticabile che arricchisce il giallo italiano di un nuovo protagonista”.

I precedenti. “La maledizione del numero 55” è il quarto episodio della “saga” del commissario Sartori. In precedenza sono stati pubblicati “Carta rossa” (2016) in cui entrava in scena Gabriele D’Annunzio; “L’ultimo record” (2017) legato all’ambiente del Reparto alta velocità di Desenzano e ai suoi idrovolanti da corsa; “Villa romana con delitto” ambientato fra gli scavi archeologici delle grotte di Catullo a Sirmione.

L’autore. Massimo Tedeschi, bresciano residente a due passi dal lago di Garda, giornalista professionista, come caporedattore del “Corriere della Sera” ha fondato e diretto il dorso bresciano del quotidiano di via Solferino. Ha collaborato con diverse testate nazionali e locali, è autore di libri di storia politica, economica, sociale e culturale. È socio dell’Ateneo di Salò e dell’Ateneo di Scienze Lettere e Arti di Brescia. È presidente dell’Associazione Artisti Bresciani.

L’ingresso è libero

Categoria: Incontri all'AAB


All’AAB si presentano alle ore 18 il libro “Cemetery Safari” di Claudia Vannucci (martedì 19) e il libro per bambini “Coriandoli di Luna” (mercoledì 20 novembre 2019)

 

Presentazione del libro “Cemetery Safari” di Claudia Vannuccimartedì 19 novembre 2019 alle ore 18 

Dialoga con l’autrice: Massimo Tedeschi, presidente dell’AAB

Claudia Vannucci è una travel blogger che nel suo blog “Viaggi Verde Acido” dedica una speciale sezione alle visite ai cimiteri di tutto il mondo. A guidarla non è il gusto horror, gotico o del macabro, ma una curiosità di scoperta che si inserisce in un filone rigoglioso: “Il turismo funebre – scrive l’autrice nell’introduzione – è una realtà esistente da molti anni, anzi da secoli ormai. Basta pensare al cimitero del Père-Lachaise a Parigi, meta di pellegrinaggio fin dall’800, quando i primi turisti visitavano le tombe di celebrità come Chopin e Rossini”.

I resoconti delle visite ad alcuni cimiteri in America, Europa, Africa e Asia, ampliati e adattati a un’edizione cartacea, formano ora il volume “Cemetery Safari”. A partire dal cimitero di Lewiston nell’Illinois, che ispirò a Edgar Lee Masters “L’antologia di Spoon River”, Claudia Vannucci racconta nel volume 40 cimiteri.

“In America e Nord Europa – scrive l’autrice -  il potenziale turistico dei cimiteri storici è ampiamente riconosciuto e valorizzato, come nel caso di Edimburgo, dove proliferano i tour guidati nel celebre Greyfriars Kirkyard. A volte diventano luoghi di condivisione e diffusione della cultura: a Philadelphia per esempio all’interno del Laurel Hill Cemetery si tengono regolarmente letture collettive e presentazioni di libri. Altre volte i cimiteri urbani sono vissuti dagli abitanti come parchi pubblici dove passeggiare e godere del contatto con la natura. I due grandi cimiteri di Oslo sono i luoghi più popolari dove andare a fare jogging in città e a nessun norvegese sembra strano tenersi in forma tra le lapidi.

Ingresso libero

 

 

Presentazione del libro “Coriandoli di Luna. Fiabe, novelle e altre storie. Letteratura per bambini” (Luna Nera Editore) di R.Borgianni e C.Valendino – mercoledì 20 novembre 2019 ore 18

Intervengono:

- Roberta Borgianni (coautrice del libro) e Anna Bruna Gigliotti

- Antonella Giapponesi Tarenghi (artista che ha realizzato le illustrazioni, socia dell’AAB)

L’evento, promosso dall’Associazione culturale Luna Nera, ha una finalità culturale e benefica allo steso tempo; infatti tutto il ricavato della vendita del libro viene devoluto alla Fondazione Meyer. L’ospedale pediatrico Meyer di Firenze è una delle più antiche istituzioni dedicate all’infanzia. Le sue finalità istituzionali sono il ricovero, la cura e il benessere dei bambini, nonché la ricerca scientifica.

Il libro Coriandoli di Luna offre ai piccoli lettori una narrazione che è stilizzazione in forme corte, semplici, miste (che connettono, cioè, testo e immagine) secondo procedure di enunciazione che mimano l’oralità e una scrittura in assoluta libertà che si sottrae alle attese del realismo e della verosomiglianza.

In queste pagine troviamo Kira, la lupetta senza paura, che incontra l’albatros che la porterà al mare; alcune fiabe affrontano  temi di attualità come il  rapporto sbagliato con il cibo, il bullismo scolastico, la mobilità sul lavoro, in altre personaggi come lo gnomo Caspar o la piccola Elinor, i bambini salvano i sogni e portano la luce delle stelle agli uomini.

L’ingresso è libero