Cornelia Calzavacca


BIOGRAFIA

Cornelia Calzavacca vive a Quinzano d’Oglio. Il suo talento è stato forgiato sotto la guida del pittore Renato Rubagotti ed ulteriormente affinato grazie alla frequentazione dello studio del maestro Giovanni Regossi.

Numerose le mostre collettive oltre alle personali: Pompiano, Cremona, Ome di Franciacorta, Padernello, San Daniele Pò, Pontevico, Robecco, Barbariga, Quinzano D’Oglio, Bordolano Corte dei Semplici, Brandico.

Diversi riconoscimenti oltre alla Medaglia d’ Argento IV concorso Kiwanis di Brescia.

Due sue opere figurano sulla copertina del libro “Se deliziar vuoi il palato” e “L’ombra”.

Hanno parlato di lei: Giovanna Galli ( da Stile Arte), Quaresmini Giovanni, Cordani Tiziana, Garda Agostino, Rubagotti Renato, Repossi Giovanni e Rescaglio Angelo.

Scrive Giovanna Galli: “…colpisce l’atmosfera intimistica e quasi metafisica…” e Tiziana Cordani ”..il binomio ‘realtà-verità’ trova nell’opera una sua armonia di composizione e una espressione fortemente rasserenatrice…” Quaresmini “…opere cariche della sua trepida interiorità, scorci avvolti in antichi silenzi…” Garda Agostino “….manifesta amore per la natura…speranza per un mondo che va salvato..” Rubagotti “… Si avverte la maestria del colore che l’artista sa riversare sulla propria tavolozza con pennellate di diverse variazioni cromatiche con una forza lirica…”.

 

 LE CRITICHE

…colpisce l’atmosfera intimistica e quasi metafisica che scaturisce da una particolare luminosità. I bagliori che illuminano il cielo e effondono singolari effetti tonali su tutto l’impianto cromatico del dipinto, aspirano a simboleggiare una visione ottimistica e positiva della vita…

Giovanna Galli
Da Stile Arte
…una “finestra sul mondo” dalla quale è permesso far scorrere lo sguardo ad impadronirsi di quanto sta al di là in tutta la sua perfetta visibilità… Il binomio “ realtà – verità “ trova nell’opera della pittrice bresciana una sua armonia di composizione e una espressione fortemente rasserenatrice: la realtà naturale e umana divengono la via per esprimere una sostanziale serenità dello spirito, un’emozione che ha la solerte freschezza di uno sguardo appena posato sul mondo.

Tiziana Cordani
…produzione pittorica che si intesse di realtà e di sentimento e che, mentre narra, contempla… opere cariche della sua trepida interiorità. Spesso si delineano verso l’infinito dove acqua e cielo si confondono in un sussurro azzurro e lo sguardo si perde nell’immensità… attraverso la sua luce interiore che illumina le sue prospettive, i suoi scorci avvolti in antichi silenzi.
prof. Giovanni Quaresmini
…manifesta nel tratto personale e nelle sue opere l’amore per la natura, l’attenzione lirica e non ragionieristica, per il paesaggio: in questa sezione figurativa infatti, si dipana il meglio della produzione pittorica di Cornelia. I percorsi dei nostri campi si ritrova perfettamente in molti scorci. E’ una pittura d’emozione: un poco contemplazione, un poco stupore , un poco gioia misurata… un talento affinato presso il maestro Giovanni Repossi… là c’è ricordo melanconico e nostalgico, qui c’è un’intima lettura positiva della realtà… speranza per un mondo che va salvato…

Agostino Garda

…nei paesaggi la visione è oggettiva, resa poetica da un’atmosfera che le conferisce un’ampia evoluzione coloristica, dove le emozioni della pittrice fanno di ogni quadro un messaggio di bella e fiorente natura. Si avverte anche la maestria del colore che l’artista quinzanese sa riversare sulla propria tavolozza con una pennellata di diverse variazione cromatiche, dai cieli sempre tersi alle sfumate lontananze soprattutto con una forza lirica che fa dell’artista una “ poetessa del paesaggio “.

Renato Rubagotti
Cornelia, donna solare, crede nella pittura con grande tenacia, spesso si trova a dialogare con intrecci di realtà e contemplazione. La gioia e la speranza si stemperano nei colori mediterranei che attraversano il paesaggio, arricchendoli di un sentimento di raccoglimento. Dimostra di possedere non solo entusiasmo, ma anche doti personali di sensibile osservatrice.
Giovanni Repossi
Le sue “ opere”, con loro dignità e con il loro ordine compositivo, rendono bene il mondo che ci circonda, con i segni di una ricerca, serena e convinta, che apre l’animo a una serenità tutta interiore. Da qui la nostra riconoscenza di gente del Po.

Angelo Rescoglio

 

ALCUNE OPERE

bruges-40x30-tavola

“Bruges”, 40 x 30, tavola

 

capocaccia-20x30-tavola

“Capocaccia”, 20 x 30, tavola

 

croft-in-scozia-21x40-tavola

“Croft in Scozia”, 21 x 40, tavola

 

la-spiaggia-70x100-tela

“La spiaggia”, 70 x 100, tela

 

prime-luci-90x60-tela

“Prime luci”, 90 x 60, tela

 

tempesta-di-neve-21x45-tavola

“Tempesta di neve”, 21 x 45, tavola

 

 

CONTATTI

corneliafranz@virgilio.it

Elenco Artisti