AAB » Giovanni Pollini

Giovanni Pollini


GIOVANNI POLLINI

Giovanni Pollini nasce a Brescia nel 1953. Fin dalla più giovane età dimostra spiccate attitudini artistiche. Tempere, acquarelli e, verso i 15 anni, ecco in regalo la classica valigetta di legno con i colori a olio.

Segue corsi per imparare e affinare la tecnica.

Inizia giovanissimo nello studio d’arte di Enzo Peini, (conosciuto come “René”)  e con Serafino Zanella, poi per diversi anni prosegue il cammino da solo. Studia matita, tempera, pastello, acquarello per poi concentrarsi sulla cromia dell’olio fino a farla diventare una sua peculiarità espressiva.

Perfeziona questa tecnica frequentando corsi tenuti dal pittore Enrico Schinetti, e attualmente, da Marco Fortunato presso il San Clemente. Una passione coltivata in ogni momento di tempo libero, insieme alla scrittura e alla lettura.

L’approccio è analitico e descrittivo. L’occhio si sofferma sul paesaggio, sul ritratto o sulla natura morta cogliendone le sfumature. Pone l’accento sulla complessità delle forme con minuziosi dettagli e complesse pennellate oppure, con rapidi e freschi tocchi di colore, concentra l’attenzione sugli aspetti significativi. L’emozione colta è trasmessa sulla tela, pronta a ridestarsi e donarsi a ogni sguardo. È appassionato, di scrittura, fotografia, giardinaggio, montagna e lettura.

 

Numerose le esposizioni a Brescia, Mantova, Milano ma è conosciuto in Turchia, Romania, Nuova Zelanda, Canada, Svizzera, Gremania.

Alcuni eventi fra i più importanti e recenti:

Nel 2017 espone a “Palazzo Leti Sansi”  a Spoleto, evento curato da Vittorio Sgarbi così come l’evento “London Calling”  svoltosi alla “The Crypt Gallery” , nel cuore della cosmopolita città di Londra.

Nel 2016 è stato protagonista all’evento “un Km di tela: La vite è vita”  –   Erbusco (BS) Vigneto Bellavista

Nel 2014 a Palazzo Martinengo Iniziativa a favore dei ragazzi disabili “Bimbo chiama bimbo” -

Hanno scritto: “Giovanni Pollini è capace di passare dal realismo fantastico, incontrando e rielaborando la street art di Keit Haring. [  ] Colpisce in particolar modo l’uso sapiente del colore. [   ] lo sguardo si perde nelle meravigliose sfumature di colore che imbrogliano, con ponderata intenzione, la mente di chi accoglie, senza pregiudizi e quasi con occhi innocenti di bambino, la magia che si rinnova ad ogni pennellata”   (Salvo Nugnes Presidente presso Spoleto Arte, Presidente presso Associazione Margherita Hack e Direttore presso Festival Cultura Milano)

È appassionato, inoltre, di scrittura, fotografia, giardinaggio, montagna e lettura.

Scrive un romanzo ed è premiato in Campidoglio a Roma.

L’opera è, in seguito, trascritta in Braille dall’unione Ciechi e Ipovedenti di Milano e per le “Olimpiadi de cuore”, concerto benefico tenutosi a Brescia nell’ottobre 2012, presentato da Paolo Brosio e con la partecipazione di Andrea Bocelli (tra gli ospiti: Claudia Koll, Tommaso Ghirardi, Roberto Donadoni), l’Associazione Ciechi e Ipovedenti di Brescia ne farà omaggio a fine concerto al grande tenore.

foto-polini

 

 

 

 OPERE

 

p1140474_1

Il cappello di Paola                                                                                                                                                 

olio su tela, cm 30 x 20

 

con-sgarbi

alessandra

 

Alessandra olio su tela 40×40

 

 

colori

 

Colori  olio su tela 60×45

 

dolci-sogni

Dolci sogni   olio su tela  50×30

 

il-buon-pastore

Il Buon Pastore acrilico su pannello legno 60×180

 

 

 

 CONTATTI

Giovanni Pollini vive e opera a Brescia

e-mail: giannibs@tin.it

cell. 347 1246375

Elenco Artisti