AAB » Ricognizione, si inaugura la seconda sezione

Ricognizione, si inaugura la seconda sezione


Si inaugura sabato 26 maggio alle ore 18, nella sede dell’AAB in vicolo delle Stelle 4, la seconda sezione “Ricognizione”, evento giunto alla 23esima edizione che offre l’opportunità a tutti i soci dell’Aab che lo desiderano di esporre i risultati più recenti della propria ricerca espressiva, di confrontarsi con altri artisti, di misurarsi con i giudizi del pubblico.

La mostra collettiva riunisce quest’anno 50 artisti che presentano, nel complesso, 90 opere. Per dieci di loro si tratta di un debutto in questa manifestazione. Salgono così a 492 gli artisti che hanno esposto almeno una volta proprie opere in questa rassegna che si conferma – per continuità e longevità – un punto di riferimento per Brescia e provincia.

L’alta adesione ha indotto anche stavolta a scandire l’esposizione in tre sezioni di due settimane l’una, all’interno delle quali gli artisti sono riuniti e organizzati in ordine alfabetico.

In questa seconda sezione, visitabile fino a mercoledì 6 giugno, saranno esposte le opere di Daniele Bassi, William Antonio Fantini, Loretta Festa, Nerino Flegoni, Celso Furlotti, Domenico Galantino, Luciana Gallina, Francesco Giancaspro, Andrea Jovic, Estela Jugovic, Lucia Leali, Aldo Leo, Agostino Librandi, Silvana Lunetta, Gianluigi Magri e Maurizio Marini.

Confermando le novità della scorsa edizione, anche quest’anno è prevista l’esposizione dell’opera di un artista ospite. Stavolta la scelta è caduta su Attilio Forgioli, artista da sempre vicino all’AAB che, partendo dalla natia Salò, ha conquistato un ruolo da protagonista sulla scena nazionale.

Anche questa edizione di Ricognizione, poi, dà risalto al lavoro di un’artista che frequenta i corsi dell’AAB, e in particolare il corso di Scultura. La scelta del docente, il maestro Pietro Maccioni, è caduta su Clara Chiodera che ha dunque l’opportunità di mostrare il livello raggiunto da lei personalmente e più in generale da molti partecipanti alle attività formative dell’Associazione.

“Il successo nel numero delle adesioni e la qualità dei lavori esposti – afferma il presidente Massimo Tedeschi – sono per l’AAB motivo di orgoglio: rappresentano un indice della vitalità dell’Associazione, della creatività dei suoi soci, della qualità della sua proposta, del radicamento nel tessuto culturale e artistico della città”.

locandina-0001-32

Elenco Mostre